Tutto quello che devi sapere sui cavalli islandesi | Icelandair
Pingdom Check
05/31/2022 | 10:00 AM

Tutto quello che devi sapere sui cavalli islandesi

Il cavallo islandese occupa un posto speciale nel cuore degli islandesi. L'andatura unica, la resistenza alle condizioni climatiche avverse e la natura docile gli conferiscono uno stato privilegiato nella cultura islandese.

Scopri di più su queste creature dolci e forti al tempo stesso, su cosa le rende così straordinarie e sul perché i viaggiatori accorrono da tutto il mondo per vederle nel loro habitatnaturale, in Islanda.

La storia del cavallo islandese

Il cavallo islandese è allevato in purezza in Islanda da più di 1000 anni. Considerato un simbolo di fertilità, il cavallo ha svolto un ruolo cruciale nella storia e nella cultura norrene.

Quando approdarono in Islanda, i primi vichinghi norreni portarono con sé i loro destrieri e le loro credenze, quindi ilcavallo islandesesi integrò totalmente nella cultura islandese.

Nel corso della storia, solo i cavalli migliori sono stati destinati all'allevamento e selezionati in base a caratteristiche specifiche, come il colore e la conformazione equina. Il moderno cavallo islandese è pertanto il risultato di molti secoli di allevamento selettivo.

Oggi, per mantenere la purezza della razza, un cavallo islandesepuò lasciare il Paese una sola volta, il che significa che i proprietari che emigrano devono prendere una decisione molto importante.

Che cos'ha di speciale il cavallo islandese?

two horses grazing at kirkjufell

Il cavallo islandese è sopravvissuto a molto. Dalle eruzioni vulcaniche ai rigidi inverni ghiacciati, questa creatura tozza si è adattata e ha dimostrato di saper resistere all'arduo clima islandese.

Soprattutto, il cavallo islandese è docile e affettuoso con le persone, memore dei tempi in cui era nel cuore del clan vichingo, e per questo è molto amato sia dagli islandesi che dai visitatori.

I visitatori del Paese noteranno anche che i cavalli occupano un posto di rilievo nella mitologia locale. Ad esempio, si pensa che il canyon di Ásbyrgi, nel nord dell'Islanda, sia stato creato dall'impronta del cavallo di Odino, Slepnir, che appoggiò lo zoccolo in terra a metà del volo.

asbyrgi canyon in north iceland

A dimostrazione di quanto i cavalli stiano a cuore agli islandesi, a ognuno viene assegnato un kennitala (numero di assicurazione nazionale o di previdenza sociale) e gli islandesi spesso utilizzano delle app per monitorare il proprio destriero.

Docile e resistente, il cavallo islandeseè anche una creatura incredibilmente bella. Spesso dotato di una splendida criniera, il cavallo islandese può presentarsi in 40 colori diversi e in molti altri manti.

Perché il cavallo islandese non è un pony?

Anche se viene definito un cavallo, guardando le sue gambe corte e la sua corporatura tozza, chi non ha familiarità con la razza islandese potrebbe facilmente scambiarlo per un pony. Allora perché non è un pony?

Ebbene, nonostanteilcavallo islandese soddisfi i requisiti di taglia per essere un pony (misura mediamente tra le 13 e le 14 mani), questo non è l'unico fattore preso in considerazione. La Federazione Internazionale degli Sport Equestri considera anche le dimensioni, la conformazione e il temperamento del cavallo per deciderne la classificazione.

Si dice quindi che quanto ilcavallo islandesenon ha in altezza lo compensi in spirito.

a head-on, close up image of a white Icelandic horseFoto di Benjamin Hardman

In effetti, ilcavallo islandese è un animale forte e vivace che offre opportunità di sfida ai cavallerizzi agonisti, pur essendo abbastanza docile e paziente per i principianti.

È anche importante sottolineare che ilcavallo islandese è sempre stato considerato come tale dagli islandesi, quindi la sua classificazione come cavallo è accettata da molto tempo sia all'interno che all'esterno dell'Islanda.

L'andatura unica del cavallo islandese

Il cavallo islandeseè in grado di eseguire tutte le normali andature di qualsiasi altro cavallo: la camminata, il trotto e il canter. Tuttavia, vanta anche due andature uniche, il tölt e lo skeið, che si ritiene si siano sviluppate in seguito a una mutazione genetica.

Quando i cavalli islandesi eseguono il tölt, almeno un piede è sempre a contatto con il terreno. Questo movimento fluido aiuta a stabilizzare la cavalcata, eliminando il solito rimbalzo che avverte il cavaliere e fornendo un'esperienza di cavalcata più fluida.

Lo skeið è un'andatura veloce, o volante, che richiede un passo laterale   per cui entrambe le gambe di un lato toccano simultaneamente il terreno e il cavallo si muove in un modo che ricorda molto la corsa umana. Se eseguito in velocità, in alcuni punti nessuno zoccolo è a contatto con il terreno.

three horses walking across a foggy field towards the cameraFoto di Benjamin Hardman

Il cavallo islandese può raggiungere una velocità di 48 km all'ora mentre esegue lo skeið, e un fantino che riesce a eseguire questo particolare passo in velocità con il proprio cavallo è considerato eccezionalmente abile.

Nonostante entrambe le andature si siano sviluppate grazie alle pratiche di allevamento selettivo dei vichinghi, il tölt è particolarmente utile perché aiuta questi cavalli a muoversi facilmente sui terreni rocciosi e irregolari dei paesaggi vulcanici dell'Islanda.

Quanti cavalli ci sono in Islanda?

Paese di soli 350.000 abitanti, l'Islanda ospita circa 80.000 dei 180.000 cavalli islandesi registrati in totale. Con circa un cavallo ogni quattro persone, si può già dire che i cavalli svolgono un ruolo chiave nella società islandese.

Gli altricavalli islandesi – 100.000 cavalli – vivono all'estero e si crede che la metà viva in Germania, dove questa razza gode di particolare popolarità.

Ci sono cavalli selvaggi in Islanda?

Generalmente, è un agricoltore o il proprietario di un maneggio a prendersi cura dei cavalli, che quindi vivono nei terreni da lui gestiti. Tuttavia, poco dopo la stagione degli accoppiamenti in primavera, molti agricoltori lasciano che i loro cavalli pascolino liberi tra la ricca vegetazione degli altipiani in montagna.

Quindi, a un viaggiatore inesperto potrebbe sembrare che ci siano molti cavalli selvaggi, ma in realtà la maggior parte dei cavalli in Islanda appartiene ad agricoltori o stallieri.

Ciononostante, ci sono anche alcuni cavalli selvaggi in Islanda  : si stima siano circa100.

Il posto migliore dove vedere i cavalli in Islanda

a white redhaired female smiling while standing next to two horses at Jokulsarlon glacier lagoon

Ovunque tu vada in Islanda, è molto probabile che tu scorga uncavallo islandeselungo il percorso. Se viaggi lungo la Ring Road, potresti vedere i cavalli sul ciglio della strada o al pascolo in fattorie o stalle vicine.

Spesso i viaggiatori si fermano per accarezzare e fotografare i cavalli, ma ricorda di interagire con loro in modo responsabile: non dare loro da mangiare e non entrare in proprietà private.

Se desideri conoscere da vicino questa simpatica creatura, ti consigliamo di partecipare a un tour a cavallo in Islanda.

Non solo potrai cavalcare in paesaggi vulcanici mozzafiato della Terra del Fuoco e del Ghiaccio, ma avrai anche la possibilità di familiarizzare con il tuo destriero e di strigliarlo.

Principali suggerimenti per andare a cavallo in Islanda

L'equitazione in Islanda è uno sport unico, anche a causa delle imprevedibili condizioni meteorologiche. È importante tenere in considerazione il periodo dell'anno in cui cavalcare, l'abbigliamento, il tipo di tour che vuoi fare e il tuo livello di abilità e preparazione.

Il periodo migliore per andare a cavallo in Islanda

Una delle cose più belle dell'equitazione in Islanda è che puoi praticarla in tutte le stagioni. Questa attività per tutto l'anno incontra il favore sia dei turisti che della popolazione locale.

Sebbene è durante la stagione estiva (da aprile a settembre) che vedrai la maggior parte di gente in sella, il folto manto del cavallo lo rende pronto all'avventura in qualunque condizione atmosferica.

Tieni conto del tipo di paesaggi che vorresti ammirare mentre avanzi tra la natura in groppa al tuo cavallo, sia che si tratti di montagne innevate che di campi di lupini, e non dimenticare le condizioni meteo in cui ti sentiresti più a tuo agio.

Cosa indossare per cavalcare in Islanda

Anche se la maggior parte dei maneggi e delle fattorie ti forniranno l'attrezzatura giusta per cavalcare, compreso un casco e un impermeabile pesante se necessario, è comunque meglio arrivare preparati.

Come per tutti i viaggi in Islanda, ti consigliamo di vestirti a strati.

four Icelandic horses trotting towards Vestrahorn mountain

Ecco un elenco pratico di articoli che potresti mettere in valigia se desideri andare a cavallo in Islanda:

  • Biancheria intima o indumenti base layer
  • Scarpe sportive o da trekking calde, impermeabili e comode
  • Guanti
  • Calzettoni di lana caldi, possibilmente più di un paio
  • Un misto di capi di abbigliamento caldi e leggeri da indossare a strati
  • Pantaloni da equitazione o pantaloni/leggingsin tessuto morbido
  • Una giacca calda e impermeabile

I cavalli islandesi sono adatti ai principianti?

Il docile cavallo islandese è un'ottima scelta per i principianti. Questi cavalli sono pazienti e tolleranti, il che significa che rendono più facile l'apprendimento ai cavalieri, e la loro corporatura più bassa e tozza li rende più stabili e meno intimidatori.

In altre parti del mondo, i principianti possono iniziare a cavalcare un pony, ma in Islanda possono salire subito in sella a un cavallo islandese.

Esperienze di equitazione di più giorni o di un solo giorno: cosa è preferibile?

a group of horses riding through the Icelandic countryside

Non esiste una risposta definitiva: dipende dal tipo di tour che si desidera fare.

Un'escursione di un solo giorno o di mezza giornata è l'opzione più popolare tra i viaggiatori perché offre la possibilità di conoscere queste creature calorose e cordiali e lascia anche abbastanza tempo per esplorare altre località dell'Islanda.

Il viaggio di più giorni è più adatto a cavalieri esperti o a chi viaggia con la sola intenzione di incontrare i nostri meravigliosi cavalli islandesi, poiché in generale si tratta di un tour più impegnativo.

Eventi che celebrano il cavallo islandese

Non è un segreto che amiamo i nostri cavalli islandesi e per molti sono un simbolo di orgoglio nazionale, ma sapevi che organizziamo molti eventi durante l'anno in loro onore?

an aerial shot of a woman in a lopapeysa surrounded by sheep of all colours at rettir in IcelandFoto di Rebecca Stumpf

Il giorno del cavallo islandese

La più grande celebrazione del cavallo islandese ha luogo il 1° maggio di ogni anno.

In tutto il mondo, i membri della comunità delcavallo islandese si riuniscono per mostrare e celebrare i loro cavalli, spesso aprendo le loro scuderie ai visitatori.

Landsmót: la gara nazionale del cavallo islandese

La gara nazionale delcavallo islandese, nota agli islandesi comeLandsmót, venne tenuta per la prima volta alÞingvellir National Park nel 1950.

L'evento principale si chiama "Gæðingakeppni", dove cavalieri di tutte le età possono gareggiare con i loro destrieri, eseguendo le cinque andature delcavallo islandese. Vincerà la medaglia d'oro il cavaliere con il cavallo più performante, ma c'è anche un titolo specifico di Campione di Tölt che celebra l'andatura unica del cavallo islandese.

Oltre a rappresentare un'opportunità per i cavalieri di mettere in evidenza i loro cavalli, il Landsmót è anche un evento familiare e comunitario: una scusa per ritrovarsi, assistere a spettacoli dal vivo, gustare la cucina islandese e far giocare insieme i bambini.

Réttir

Four horses with horsemen guide a group of sheep at rettir in IcelandFoto di Rebecca Stumpf

Il réttir è un evento annuale che di solito si tiene in settembre, quando la stagione passa dall'estate all'inverno.

Durante il réttir, i cavalli e le pecore vengono radunati dalle montagne dove hanno trascorso i mesi estivi. Anche i cavalli che sono rimasti nei terreni agricoli durante i mesi estivi svolgono un ruolo fondamentale nel réttir, aiutando i contadini a radunare i loro animali

Gli agricoltori fanno scendere gli animali dalle montagne e li portano nei recinti, dove separano i loro animali dagli altri.

In tutto il Paese vengono organizzati circa 200 eventi di réttir e i viaggiatori spesso si divertono ad assistervi.


Adesso che sei un esperto del nostro splendido cavallo islandese, sei pronto per il tuo viaggio in Islanda. Non vediamo l'ora di accoglierti su un voloper, da o via Reykjavík presto!


Testo di Katie Lindsay

Foto di Benjamin Hardman e Rebecca Stumpf