Pingdom Check
Reykjaví­kLunghe notti e campi di lava

Voli per l'Europa e il Nord America con un tocco di Islanda

Reykjavík non è forse la città più affascinante del mondo, meteo a parte? Noi ne siamo convinti, ma è la nostra città natale!

Reykjavík è speciale, un misto di città e villaggio. Non parliamo di grandi numeri (conta solo 120.000 abitanti), ma di grande fascino, grande richiamo e un grande paesaggio alle sue porte. Questa capitale di tendenza sta generando moltissimo interesse in questo momento. Reykjavík e l'Islanda attraggono ogni anno un numero maggiore di visitatori, per la musica dal vivo, il cibo fresco, le acque geotermali, l'aurora boreale e la splendida natura. Non è forse giunto il momento di scoprire di persona cosa c'è di tanto straordinario?

Quando prenotate i voli con Icelandair tra l'Europa e il Nord America, potete fare un Stopover in Islanda senza costi aerei aggiuntivi.

Reykjaví­k

Islanda
Popolazione: ‎123.246 (2016)Area: 273 sq km (105 sq mi)Trasporto: Puoi trovare gli autobus gialli per i percorsi centrali, con grandi terminal in tutta la città. La stazione centrale degli autobus si trova a Hlemmur. Se vuoi viaggiare più velocemente, puoi sempre fermare un taxi con l'insegna accesa.Valuta: Icelandic Króna (kr)Quartieri alla moda: Miðbær (City Centre) - Vesturbær - Austurbær

Libri, bagni e vedute a volo d'uccello

Da dove possiamo cominciare? Magari da una veduta panoramica della città dalla cima della Hallgrímskirkja? Si tratta della nostra chiesa più famosa che sembra un satellite spaziale appuntito con la braccia aperte in un abbraccio universale. Dovreste anche visitare Harpa, la sala concerti che si affaccia sull'acqua caratterizzata dalla splendida luce e dai fantastici angoli.

Potete anche passeggiare sulle banchine, nel porto e nella città vecchia: soffermatevi a studiare i musei dedicati alle saghe e all'arte islandese e ai vichinghi o verificate le fantastiche offerte della popolazione locale straripanti di creatività.. Reykjavík è una Città della Letteratura UNESCO (adoriamo i libri!) e vanta una vivace scena musicale (organizzate la vostra vista in occasione di un festival come Airwaves in novembre). Quando siete stanchi di ammirare i monumenti, potrete rilassarvi: le calde acque geotermali riscaldano le nostre piscine, pronte ad accogliere gli abitanti dell'Islanda e i nostri ospiti per aiutarli a riposare e ricaricare le batterie.

Acquisti, snack e osservazione dei passanti

Altrettanto spettacolari sono le avventure all'aria aperta che offre l'Islanda appena fuori dalle porte della città. Nonostante il Paese mescoli alla perfezione tecnologia, modernità e tradizioni secolari, la cultura islandese rimane indissolubilmente legata alla sua natura spirituale. Situata sulle placche tettoniche del continente nordamericano e di quello europeo, l'Islanda continua a spostarsi e ad allontanarsi, lasciando cicatrici profonde ma affascinanti sul suo paesaggio. Molti la chiamano la "Terra del fuoco e del ghiaccio", una definizione che sembra catturarne perfettamente la varietà di paesaggi brulli e surreali, dai vulcani ai campi di lava alle lagune glaciali..

Fuori città

Naturalmente cantiamo le lodi della nostra città natale a chiunque ci ascolti, ma non possiamo ignorare che Reykjavík è anche un'ottima base da cui partire per esplorare quegli incredibili paesaggi che rendono l'Islanda un Paese tanto affascinante. Dalle grotte di ghiaccio blu zaffiro agli infiniti campi di lava crepata, vi mostreremo perché quell'antico slogan della "terra del fuoco e del ghiaccio" non è semplicemente un cliché.

Partendo dalla capitale, avete una miriade di opzioni: cascate, ghiacciai, vulcani, sorgenti termali, e sentieri escursionistici tratti direttamente da un documentario del National Geographic. Avete a vostra disposizione auto a noleggio o autobus di linea per un'avventura "fai da te" oppure gite organizzate in jeep, crociere di avvistamento delle balene, esplorazioni a cavallo, tour in motoslitta, emozioni in canoa, giri con elicottero e molto altro ancora. Uscite all'aria aperta: vi promettiamo che non ve ne pentirete.